Ecco un elenco di termini che potresti incontrare quando cerchi informazioni su AR:

360 Immagine / video
un’immagine o video interattivo e completamente panoramico.

6 gradi di libertà
i sei diversi modi in cui un oggetto può muoversi nello spazio 3D.

AR persistente
l’archiviazione di una scena AR nel cloud che può essere ricaricata in futuro. Ad esempio, se un utente mettesse un Post-it virtuale sulla propria scrivania, potrebbe tornare il giorno successivo e sarebbe ancora lì. Accelerometro
dispositivi in ​​grado di misurare l’accelerazione. Sono comuni negli smartphone e vengono utilizzati per tenere traccia della velocità con cui si muove un dispositivo.

Aereo
una superficie nello spazio su cui potrebbe essere posizionato qualcosa. Un piano verticale potrebbe essere un muro. Un piano orizzontale potrebbe essere un tavolo o un pavimento.

Campo visivo (FOV)
l’area osservabile che un utente può vedere attraverso un dispositivo.

Carico cognitivo
lo sforzo e il livello di pensiero necessari per completare una determinata operazione o azione.

Computer vision
il campo della ricerca, che comprende hardware e software, che esplora il modo in cui le macchine possono comprendere ciò che possono vedere attraverso le telecamere.

Fattori umani
lo studio di come gli oggetti possono essere progettati in modo che gli utenti possano eseguire azioni nel modo più efficiente ed efficace possibile. Questo è anche chiamato Ergonomia in Europa.

Feedback
output dal dispositivo che spiega il risultato di un input. Come un messaggio di errore pop-up.

Fotogrammi al secondo (FPS)
quanti aggiornamenti vengono apportati a una scena virtuale in un solo secondo. Sebbene gli occhi debbano vedere allo stesso modo dei computer, i 30FPS sono considerati la frequenza di aggiornamento “regolare” standard del settore.

Gesti
un movimento della mano che indica un’azione o un’idea. In questo contesto, i gesti si riferiscono alla disposizione e al movimento delle dita degli utenti sullo schermo di un telefono, ad esempio toccare per selezionare o pizzicare per ingrandire.

Giroscopio
chip che misurano l’angolazione con cui viene tenuto un dispositivo.
Haptics: feedback non visivo, come le vibrazioni.

Judder / Jitter
rendering instabile e traballante che fa apparire un oggetto come se saltasse o scivolasse piuttosto che fissato in posizione. Causato da un cattivo monitoraggio o da frame persi.

Linea guida
guida intorno a uno scenario specifico o problema comune durante il processo di progettazione. Le linee guida offrono suggerimenti e informazioni su come risolvere i problemi più comuni.

Localizzazione e mappatura simultanee (SLAM)
il processo di comprensione di uno spazio fisico. Gli utenti eseguono la scansione del proprio ambiente con una videocamera e il software elabora il feed video per creare una mappa 3D virtuale dello spazio.

Minuti d’arco
unità di misura angolare utilizzata per misurare gli oggetti in base alla loro distanza dal punto di partenza.

Modello mentale
idee preesistenti su come qualcosa dovrebbe funzionare.

Onboarding
il modo di spiegare come utilizzare un’app AR per un nuovo utente. Ciò potrebbe includere elementi come le istruzioni per impostare SLAM e le informazioni che comunicano quale interazione è possibile.

Orientamento della videocamera
quale videocamera viene utilizzata su uno smartphone, Orientamento videocamera anteriore significa che la videocamera automatica è attiva.

Punti funzione
punti di significatività rilevati dal software di visione artificiale, come bordi di una superficie o superfici strutturate.

Rilevamento delle superfici
interpretazione delle superfici.

Schermo immobiliare
la quantità di spazio disponibile su uno schermo.

Tempo sessione AR
da quanto tempo un utente utilizza un’esperienza AR.

Uncanny Valley
il senso di disagio e repulsione provato quando un computer ha generato una figura simile all’uomo è quasi, ma non del tutto, identico alla realtà.

ajax-loader