Il marketing di instagram passa attraverso gli influencer ed è un fiume in piena espansione e la posta in gioco è sempre più alta sopratutto per i brand e le agenzie di marketing. Viene stimato che verrà  speso oltre 1bilione di dollari per attività d’influencer marketing su Instagram. Solo quest’anno. Nonostante i milioni di dollari che sono stati spesi in campagne, alcuni hanno avuto un successo sfrenato, ma la maggior parte ha fallito miseramente.

Non per inefficacia della strategia ma per alcune scelte errate all’interno di essa. Quindi, come puoi creare una campagna vincente ed evitare di sprecare tempo e denaro per le campagne d’influencer marketing errate?

La risposta è semplice ma anche molto complessa: Scegli i giusti Influencer. 

Parole semplici da dire… ovviamente!

Con milioni di influencer tra cui scegliere, come selezionare quelli giusti?

Ecco 3 consigli per assicurarti di scegliere i giusti influencer per la tua campagna.

1) Pertinenza

Diciamo che stai promuovendo un nuovo marchio di mazze da golf personalizzate, con quale influencer sarebbe meglio collaborare? Hannah Davies, un golfista professionista con 34.000 seguaci o Kim Kardashian con oltre 100 milioni di follower? La risposta dovrebbe essere ovvia. Per ogni centesimo speso in marketing, Hannah Davies sarebbe un investimento molto migliore. Perché? Perché è probabile che abbia una concentrazione molto più alta di golfisti nel suo pubblico Instagram.

(Oltre che un costo minore rispetto ad una qualsiasi delle Kardashian)

Se vuoi confermarlo scientificamente, puoi scaricare i follower di ogni influencer e analizzare la proporzione di volte in cui usano gli hashtag o la parola “golf”. Qualsiasi influencer abbia il rapporto più alto vince.

Tuttavia, spesso il giudizio umano è sufficiente. (Basta confrontare i due profili)

La pertinenza è estremamente importante. Non ha senso sprecare soldi per spingere il tuo post sponsorizzato a follower che non compreranno mai il tuo prodotto.

2) Engagement

Un influencer con più follower, non è necessariamente il migliore. Ciò che conta è l’engagement. Quanto i fan di un influencer lo seguono per una questione di contenuti? Quanti mi piace e commenti ottengono?

Per semplificare il confronto da un influencer all’altro, ti consiglio di calcolare una metrica standardizzata denominata rapporto di engagement rate. Questo è un punteggio percentuale calcolato come il numero medio di like per post, diviso per il numero di follower e moltiplicato per 100. Una domanda di follow-up comune che spesso riceviamo è:

“Qual è un buon livello di coinvolgimento?”

L’engagement dell’1% va bene?

L’engagement del 4% è buono?

(Se vuoi semplificarti la vita puoi usare anche un programma come ad esempio: Ninjialitics  Per valutare l’engagement rate)

Per farti un esempio: Per un influencer con meno di 20k follower, un rapporto di engagement superiore al 2% è buono mentre un rapporto di engagement del 7,5% è eccezionale.

Per un Influencer con un alto numero di followers diciamo 200.000 e con oltre il 2% di engagement eccezionalmente alto per la quantità di follower che lo seguono è consigliabile un accurata verifica per capire se dietro a questo profilo ci sono delle acquisizione di followers simulati attraverso i “bots”.

Questo mi porta al mio prossimo consiglio: autenticità.

3 )Autenticità

Gli influencer hanno imparato che più seguaci hanno, più possono monetizzare la loro visibilità.Sfortunatamente alcuni influencer si sono avvalsi di metodi disonesti per aumentare il loro numero  di follower e un intero settore è emerso per soddisfare questa esigenza. Instagram sta sciamando con decine di milioni di applicazioni anche detti “bots”, che aumentano artificialmente i like e i follower. Di tanto in tanto Instagram seleziona questi “bots” e cerca di impedire l’utilizzo di tali sistemi che purtroppo sono in forte espansione.

Questo influencer sembra un fake.

Ecco perché esaminare i dati per i follower e il coinvolgimento può solo farti arrivare ad una corretta conclusione. Un esame qualitativo del profilo Instagram di un influencer è cruciale prima di decidere di lavorarci assieme.

Le cose fondamentali da verificare sono:

  • Il numero di follower è cresciuto costantemente nel tempo, indicando una crescita naturale?
  • Ci sono stati grossi picchi, a indicare che hanno comprato i followers?
  • Hanno un numero consistente di “Like” per ogni post, o alcuni dei loro post si distinguono per avere un numero sospettosamente alto di “Like”, a indicare che hanno acquistato i “Mi piace” per aumentare la visibilità dei loro post?
  • La qualità delle loro foto e dei contenuti giustifica l’alto livello di “Like” che stanno ottenendo?
  • I loro commenti sembrano diversificati e reali?
  • I loro follower pubblicano di rado? Ma seguono un numero enorme di account?

Mettiamo insieme i tre punti trattati in precedenza e tiriamo quindi le nostre conclusioni:

Il fattore chiave che farà la differenza o distruggerà la tua campagna di influencer marketing è la scelta degli influencer, giusti per il tuo scopo. In primo luogo, ciò significa lavorare con influencer il cui contenuto e stile sono rilevanti per il tuo brand e i cui follower sono probabilmente presenti nel tuo target di mercato. In secondo luogo, questo significa lavorare con influencer che hanno fan fedeli e  che ottengono un punteggio di engagement rate superiore al 2%. E infine questo significa lavorare con influencer che hanno un autentico pubblico, ottenuto dalla qualità dei loro contenuti e del loro lavoro. Se osservi queste tre cose, sei sulla buona strada per creare una campagna di influencer di successo.

Se ti sei trovato in difficoltà ad approcciare a questa nuova strategia, non temere non sei l’unico. Noi per primi abbiamo imparato dai nostri errori, che ci hanno portato ad acquisire l’esperienza che ci rende in grado di erogare un servizio professionale con ottimi risultati.

ajax-loader